Nei: quando è opportuno andare dal dermatologo

Nei: quando è opportuno andare dal dermatologo

 

È importante sapere che la prevenzione risolve da sé molti problemi che, se sottovalutati, potrebbero diventare più seri. Questo vale per tutti i campi della medicina, specialmente se parliamo di nei cutanei.

I nei, o nevi, sono lesioni pigmentate della pelle o delle mucose, derivanti da un anomalo sviluppo di melanociti o cellule neviche. In condizioni normali, i nei, appaiono come macchie circoscritte, di forma rotondeggiante od ovalare, piane o rilevate rispetto alla cute circostante. In condizioni, invece, anomale, possono da un momento all’altro mutare di forma, bordi e colore, trasformandosi in melanomi, o in casi peggiori in tumori della pelle sia benigni che maligni. I nei che presentano forme irregolari o risultano più scuri andrebbero immediatamente fatti controllare da un dermatologo.

La prevenzione è fondamentale e inizia da un semplice autoesame, sia sui nei che possiamo vedere in modo autonomo, sia facendoci aiutare da qualcuno che possa controllare quelli sulla schiena o in zone autonomamente poco visibili. Per determinare se un neo è o meno irregolare, solitamente si usa una regola definita ABCDE: Asimmetria, Bordi irregolari, Colori multipli associati, Dimensione, Evoluzione. Ciò non vuol dire che tutti i nei sono destinati a trasformarsi, ma nel momento in cui è evidente un mutamento, diventa sicuramente necessaria una visita.

In assenza di cambiamenti ad occhio nudo, la mappatura dei nei andrebbe comunque eseguita una volta l’anno.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *